24
Ven, Nov

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In occasione di “Cittàperte Estate 2011” nella suggestiva ed emozionante cornice della città di Bitonto si propone un itinerario storico-artistico-culturale che condurrà i visitatori alla scoperta del ricco patrimonio cittadino. Un patrimonio costituito da affascinanti monumenti, bellissimi palazzi antichi, prestigiosi musei, splendide chiese e percorsi suggestivi in un borgo antico che non ha eguali. L'olio extra vergine di oliva di eccellente qualità, i prodotti tipici dai sapori inebrianti, le prelibatezze gastronomiche e piacevole shopping.  Si potrà soggiornare presso le eleganti strutture ricettive cittadine indicate negli allegati file in cui sono elencati B&B e ristoranti tipici della città.

L’itinerario alla scoperta di Bitonto, terra d’ulivi dal cuore antico (l’originario insediamento peuceta risale al IV secolo a.C.), parte dallo splendido Torrione Angioino (XIV sec.). Suggestivo elemento di forma circolare della cinta muraria, fiancheggia Porta Baresana (XVI sec.), da cui si accede al centro storico, che conserva ancora quasi integro l'assetto medievale. Nel Torrione è allocata la civica Galleria d’Arte Contemporanea, che ospita importanti opere di esponenti di rilievo nazionale dell’arte contemporanea. Pochi passi e si è al cospetto della splendida Cattedrale romanica (XII-XIII sec.), definita una delle più mature espressioni dell'architettura romanica pugliese: da non perdere, all’esterno, il ricamatissimo rosone che sovrasta il portale centrale con animali stilofori e lunetta figurata e, all’interno, l'ambone duecentesco, tra i più famosi della regione, opera di "Nicolaus". Di recente gli scavi dell’intero ipogeo hanno riportato alla luce un’articolata stratificazione archeologica. Di grande interesse storico ed artistico sono anche i pezzi di mosaico pavimentale, al centro dei quali campeggia, in splendido stato di conservazione, un luminoso grifo (XI sec.). A pochi passi, la chiesa di San Domenico, recentemente restaurata, è adorna di altari e tele tra cui è da ammirare la settecentesca Madonna del Rosario di Paolo de Maio. Passeggiando per i vicoli intricati del borgo antico è tutto un susseguirsi di tesori: Palazzo De Lerma (XVIII sec.), Palazzo Spinelli (XVII sec.) e Palazzo Vulpano-Sylos con il suo maestoso portale di stile catalano (XV sec.).

Nell’ammirevole Palazzo Sylos-Calò (XVI sec.) è ospitata la prestigiosa Galleria Nazionale della Puglia in cui vi è una cospicua serie di opere: da Pietro Negroni al “Maestro dell’Annuncio ai pastori” da Vaccaro a Giaquinto e a Bardellino, da Solimena a Luca Giordano. Una grande varietà stilistica di raccolte dal 600 al 900. A pochi passi vi è la Chiesa del Purgatorio, con il portale caratterizzato dal decoro di scheletri e scene di penitenti eseguiti a bassorilievo. Proseguendo il percorso s’incontra il restaurato Teatro comunale “Traetta” (già Umberto I): risale al 1838 la costruzione originaria. Durante le affascinanti passeggiate per i vicoli tortuosi del centro storico è possibile far tappa presso gli antichi forni in pietra alimentati da legna in cui sono cotti la caratteristica focaccia bitontina e altri deliziosi prodotti. Inoltre, è possibile degustare anche le prelibatezze gastronomiche presso gli accoglienti ristoranti cittadini. Da non perdere il dolce tipico locale “il bocconotto”.

 

Un salto, inoltre, fuori dal centro antico, nel borgo ottocentesco, dove è piacevole fare shopping in ottimi esercizi commerciali. Nel percorso extra moenia spiccano palazzi nobiliari, tra cui la sede del Comune, e il Museo Archeologico della Fondazione “De Palo-Ungaro” in cui sono ospitate due mostre permanenti: “Gli antichi Peucezi a Bitonto” e “Donne e Guerrieri da Ruvo e Bitonto”.

Nei frantoi oleari della città è possibile degustare e acquistare il rinomato Olio Extra Vergine di Oliva di Bitonto, a bassa acidità e di qualità pregiata, particolare per la sua genuinità e le sue proprietà nutrizionali, noto in tutto il mondo per la sue eccellenti caratteristiche organolettiche e per il gusto squisito, leggermente fruttato.

APERTURE STRAORDINARIE E VISITE GUIDATE GRATUITE ANCHE LE DOMENICHE (dal Lun. al Sab. dalle ore 10 alle ore 19.30; Domenica 9.30-13.30/15.30-19.30) SINO AL 02/10/2011

Per esigenze organizzative, richiesta di assistenza e guide turistiche per un tour in Bitonto è possibile rivolgersi allo sportello IAT dell’Assessorato al Turismo del Comune di Bitonto aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 19.30, sito in via Gian Donato Rogadeo n. 52, tel. 080.2254581, fax 080.2254582, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.cittapertebitonto.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Come raggiungere Bitonto

In auto: da nord (Milano - Bologna): Autostrada A14 - E 55 - Uscita Bitonto
               dal centro (Roma-Napoli): Autostrada A16 - E 84 - Uscita Bitonto
               da sud: Autostrada A14 - E 83 - Uscita Bitonto

In aereo: Aeroporto di Bari Palese - 7 km da Bitonto

In treno: Ferrovie del Nord-Barese adiacente a Stazione Ferrovie dello Stato di Bari centro (fermata Bitonto). Per maggiori informazioni: www.ferrovienordbarese.it

Mare, spiagge attrezzate e porto turistico – Santo Spirito a 6 km e Giovinazzo a 7 km