17
Mar, Ott

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

In questi giorni, il piccolo borgo di Avetrana, è in totale fermento per la messa in opera di un evento, finalizzato alla promozione socioculturale del territorio, in tutte le sue sfaccettature. L’Associazione Turistica Pro Loco Avetrana, custode immemore della tradizione contadina e storica del contesto, la cui guida è affidata alle mani di Salvatore Alberto Spina,  per festeggiare i 20 anni di promozione del territorio, in cooperazione con l’Associazione Culturale In Progress, per l’intera giornata di domenica 15 ottobre,  organizzerà l’evento denominato: “ Le terre dell’Olio di Oliva – tra Gusto e Storia della Vetrana ”. 

22228462 1997030513865380 7892227392688168348 n

Manifestazione che avrà luogo nel centro storico, all’ombra del maestoso e megalitico Castello Normanno, chiamato dalla gente locale anche Torrione,  pallido simbolo dell’antico Casale di Santa Maria della Vetrana. L’evento in questione, da come affermano gli organizzatori ed il progettista Giovanni Melinossa, ha l’obiettivo di promuovere la cultura nostrana, attraverso la messe in opera di percorsi turistici e gastronomici. Infatti in mattinata, si coglierà l’occasione di dare il benvenuto alle Ambasciatrici del Progresso, del concorso di Miss Progress International, la cui finale sarà venerdì 20 ottobre alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Carosino. Le ragazze saranno accolte, dunque, con una cerimonia di accoglienza. I percorsi gastronomici, saranno incentrati totalmente sulla degustazione de prodotto tipico d’eccellenza: l’Olio Extra Vergine d’Oliva.  Gino Saracino

Il Torrione - Ph. Gino Saracino 

La presenza degli ospiti internazionali, sarà  l’occasione per presentare in tutto il mondo, il territorio di Avetrana,  con le sue peculiarità, nonché importante vetrina per i prodotti tipici locali. Il suo territorio era già abitato durante il Neolitico, infatti in località Masseria Marina, a sud dell'abitato, sono venuti alla luce tracce di un villaggio preistorico, un agglomerato di capanne  del VI millennio a.C. Altro luogo frequentato nel neolitico sono le grotte nel Canale di San Martino, i cui reperti sono custoditi nel Museo Nazionale di Taranto. Il paese attuale sorge sul secondo tracciato dell'importante arteria stradale che in epoca messapica prima e successivamente in quella romana collegava Taranto, Manduria, Nardò, Leuca e Otranto: La "Via Traiana Messapica", detta anche "Via Sallentina". Con il nome di "Vetrana", si intende quel feudo di diverse famiglie durante la tirannide feudale. Nel 1481 passò alla signoria dei Pagano, come dote di Ippolita, figlia di Francesco Montefuscoli, che sposa Galeotto Pagano.

 

avetrana castello

Sotto i Pagano si iniziò la costruzione della nuova chiesa matrice e della cinta muraria, di cui oggi rimangono visibili solo pochi resti, il Torrione dunque.
Sebbene se ne possa agevolmente attribuire l'epoca al XIII-XIV sec., non chiare appaiono le sue origini. Verosimilmente nasce come torre di avvistamento più che come struttura di difesa attiva. La dislocazione del torrione e la sua altezza, permetteva la visibilità su quello specchio di mare compreso tra Porto Cesareo e Gallipoli mentre verso l'entroterra guardava le colline di Oria. Tra la fine del XV  e l’inizio del XVI secolo quando cioè Avetrana passa dalla signoria dei Montefusco a quella dei Pagano, al Torrione vengono aggiunti altri elementi: le mura, le torrette e la torre circolare detta “Il Cavaliere” e tutto il complesso si connota come una vera e propria fortezza.

avetrana

L’intera giornata, come da programma stilato dalla Pro Loco Avetrana, sarà dedicata alla scoperta del Territorio, del Centro Storico e delle Campagne circostanti, infatti per l'occasione le Ambasciatrici del Progresso potranno visitare l'ulivo “Barone”, uno dei più antichi ulivi monumentali della Puglia, sito in c.da Fellicchie.  Un altro simbolo che contraddistingue la comunità avetranese, è appunto il Barone, ulivo ultramillenario che quest’anno è risultato il vincitore del concorso “ Giganti di Puglia 2017 ”. Le Ambasciatrici avranno, inoltre, modo di partecipare ad un breve corso di degustazione dell' Olio Extra Vergine d'Oliva, diretto da un esperto capo panel. 

11102656 1622078188027283 4257727570403177676 n

A concludere la singolare giornata, saranno altri attrattori turistici come il Corteo Storico, curato dall’Ass. Culturale “Terra Nostra Fragagnano”, dal Gruppo A.N.S.P.I. – circolo Emmaus di Maruggio e dall’Ass. “La Giostra dei Rioni” di Avetrana,  gli Spettacoli curati dagli Sbandieratori e Musici “S. Domenico di Guzman” di Oria e l’esibizione di Tiro con l’Arco  cura del Gruppo Arcieri “Transitus Sancti Antonii” di Fragagnano. 

IMG 5142 mod3 675x353

L'Ulivo ultramillenario "IlBarone" di Avetrana

L’evento è patrocinato dal Comune di Avetrana, Regione Puglia, Puglia Promozione, #WeAreInPuglia, G.A.L. Terre del Primitivo, è realizzato anche con l’ausilio della U.S.D. Avetrana, CIA, Assiprol ed è sostenuto dalla BCC- Banca di Credito Cooperativo di Avetrana e dai produttori locali di Olio Extra Vergine d’Oliva. 

 

Programma:

Ore 10.00: Centro Storico – Benvenuto alle Ambasciatrici del Progresso di Miss Progress International;

Ore 10,15: Piazza Vittorio Veneto – Apertura Mercatino dell'Artigianato Locale;

Ore 10,30: – Sfilata dei Carri e apertura de Le terre dell'Olio d'Oliva – Tra Gusto e Storia della Vetrana”;

Ore 11.00: Centro Storico – Apertura degli Stand delle aziende produttrici locali dell'Olio Extra Vergine di Oliva con Degustazioni;

Ore 11.30: Centro Storico – Visita ai sotterranei del Torrione, alla scoperta dei “Trappeti ipogei”;

Ore 14.30:  Ciclopasseggiata tra le masserie e le campagne di Avetrana;

Ore 18.30: Piazza Vittorio Veneto – Corteo Storico con  partenza da Masseria Li Pasturi ed Esibizione degli Sbandieratori;

Ore 20.30: Piazza Parlatano – Esibizione di Tiro con l’Arco;

Ore 22.00: Centro Storico – Saluti finali e conclusione della serata.