23
Gio, Nov

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Un percorso che si snoda tra Taranto, Grottaglie, Leporano, Manduria e Pulsano, valorizzando siti archeologici, castelli, centri storici e botteghe artigiane: arriva “Il Gusto dell’Archeologia- la storia tra degustazioni, natura e percorsi urbani”, il progetto della Cooperativa Polisviluppo vincitore del bando della Regione “InPuglia 365-Sapori e colori d’autunno”. Nei sette week end dal 18 novembre al 31 dicembre sono previsti appuntamenti gratuiti in cinque, diversi, comuni.

Necropoli greca, Quartiere delle Ceramiche, Castello De Falconibus,  Parco Archeologico di Saturo e Parco delle Mura Messapiche: questi luoghi di grande importanza storica e archeologica diventeranno contenitori di esperienze a carattere enogastronomico, incentrate sul passato.

Già nel fine settimana del 18 e 19 novembre, al mattino, sarà possibile immergersi nella cultura culinaria dei Romani, degustare il vino speziato dei Greci o macinare il grano con strumenti in pietra grazie all’iniziativa “La Dieta degli Antichi Romani” in programma al Parco Archeologico di Saturo, a Leporano, che ospiterà anche visite guidate tematiche. La mattina successiva, oltre alle visite guidate, sono previsti degustazione di vino aromatico e laboratorio di archeologia sperimentale per le famiglie con bambini “Pane e Vino” che prevede la macinatura del frumento mediante tecniche manuali e strumenti in pietra del Neolitico. <<Siamo davvero felici di proporre queste iniziative- commenta il presidente della Cooperativa, l’archeologo Gianluca Guastella- il cui filo conduttore sarà l’enogastronomia, vista però sul piano storico archeologico. La cultura culinaria, insomma, si snoda tra percorsi urbani e città d’arte>>.

Tantissimi gli appuntamenti, che guardano anche alle famiglie con bambini. Il 25 e 26 novembre, le attività si spostano nella Necropoli di via Marche, a Taranto, dove verrà illustrata la riproduzione artigianale di un birrificio con gli ingredienti dell’antica Grecia e dell’antica Roma (con annessa degustazione), e si potrà giocare a riconoscere termini greci e romani attraverso scritte e disegni. Il 2 e 3 dicembre si torna al Parco Saturo, in cui spiccano i resti del santuario greco di Athena e di una villa romana. Oltre la visita guidata, verranno illustrate antiche pietanze, si degusterà vino aromatico (preparato secondo le ricette di Apicio, famoso enogastronomo dell’antica Roma) e sarà possibile lavorare con l’argilla. Il 9 e 10 protagonista saranno il centro storico di Grottaglie e la bottega Casa Vestita con la sua cripta medievale affrescata, una volta occultata da un forno quattrocentesco per il pane. Qui è prevista la degustazione di prodotti da forno e il laboratorio sul tornio e i suoi manufatti.  Il 16 e 17 imperdibile tappa a Manduria tra centro storico e Parco delle Mura messapiche. La presenza dell’acqua del Fonte Pliniano e di un prodotto DOC come il Primitivo, saranno i protagonisti della visita tematica, accompagnata da una degustazione, mentre i bambini potranno riprodurre in argilla la tipica anfora messapica.  Il 23 si torna a Taranto, questa volta nel borgo antico, per scoprire la pesca e la mitilicoltura ionica. Infine, il 24, 30 e 31 dicembre, le attività interesseranno Pulsano, tra centro storico e Castello De Falconibus, gioiello dell’architettura medievale. Qui sarà possibile assistere all’investitura di un cavaliere, presenziare a un banchetto con figuranti in abiti d’epoca, giocare con il cibo (come, ad esempio, facevano i Romani con le noci) o imparare le tecniche della panificazione.

Tutte le attività sono gratuite: per informazioni e prenotazioni 392.1769175. Facebook: Polisviluppo Servizi per l'Archeologia e i Beni Culturali.