22
Dom, Apr

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La chiamano “domenica in albis”. Per la Chiesa questa data ricorda chi, dopo aver ricevuto il battesimo nella notte di Pasqua, nella settimana seguente indossava una tunica bianca. Sino alla domenica successiva, nota appunto come “in albis”, in riferimento al colore delle vesti. Una data particolarmente significativa per i fedeli che, quest’anno, coincide anche con i festeggiamenti in onore della Madonna del Carmine (organizzati dall’omonima Confraternita) che culmineranno la sera, con il Musical della Passione Vivente.

Mottola, il prossimo 8 aprile, (santuario Madonn’ Abbasc’, ore 20.30, ingresso gratuito) si prepara a vivere una giornata particolarmente intensa, con presenze attese da tutta la Puglia e non solo. Dopo il rinvio dei giorni scorsi a causa del maltempo, è tutto pronto per l’atteso evento “Passione Vivente, il Musical”, organizzato dall’associazione “don Tonino per Amore” in collaborazione con il Comune di Mottola e il patrocinio della diocesi di Castellaneta.

L’iniziativa è unica a livello nazionale e, in passato, è stata anche “esportata” in Terra Santa su precisa richiesta del Patriarcato di Gerusalemme e di concerto con la Conferenza Episcopale Pugliese e con la Pastorale Giovanile Nazionale e Regionale. L’appuntamento si rinnova da 28 edizioni e rappresenta la Puglia più autentica: quella delle associazioni impegnate sul territorio, ma anche la Puglia della bellezza dei luoghi e della solidarietà. Non è un caso, infatti, che il Musical venga ospitato in un habitat rupestre e racchiuda spettacolo e messaggi di speranza. Il santuario è inserito in un contesto naturalistico unico, tra muretti a secco, scalinate, sentieri, ulivi e un anfiteatro naturale. Questo scenario sarà impreziosito da giochi di luce particolarmente suggestivi. Ad alternarsi in questa insolita Via Crucis sotto forma di canto e recita saranno circa 200 figuranti. Un’anteprima: la scena che aprirà la rappresentazione è tratta dal Vangelo ed è la parabola del buon samaritano. Il riferimento è ad un uomo ferito che viene curato e accolto, con un chiaro messaggio anche alla situazione internazionale e al tema dell’immigrazione. In particolare, l’argomento scelto quest’anno è quello dell’accoglienza e dell’integrazione: nello spettacolo si alterneranno momenti di riflessione su questi temi attraverso gli scritti di don Tonino Bello. Una figura straordinaria che, il prossimo 20 aprile, sarà ricordata anche da Papa Francesco: sarà in Puglia proprio per pregare sulla sua tomba.

Il santuario è facilmente raggiungibile in auto o con dei bus navetta che partiranno dal paese, messi a disposizione dal comune. Dalle ore 19 a mezzanotte, con orario continuato, si alterneranno effettuando quattro fermate (San Pietro, via De Gasperi, Largo Rotonda, via Allende). Coordinate: 40.612647, 17.033947. Per tutte le informazioni è possibile consultare la pagina Facebook Il Musical della Passione Vivente.