23
Gio, Nov

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

A partire da lunedì 21 per sei giorni fino al 26 agosto, la città Conversano ospita come sempre il festival “Imaginaria”, l’unico evento pugliese dedicato al cinema d’animazione internazionale d’autore. La 15^ edizione del festival, in programma da lunedì 21 a sabato 26 agosto, è organizzata dal Circolo del Cinema Atalante con il sostegno dalla Regione Puglia - a valere su risorse dell’Unione Europea FSC Puglia 2014-2020 - Patto per la Puglia -, Apulia Film Commission, Comune di Conversano e Pugliapromozione. Il festival, inoltre, ha ricevuto anche “l’adesione del Presidente della Repubblica”, Sergio Mattarella, un riconoscimento attribuito a “Imaginaria” perché ritenuta una manifestazione di particolare interesse culturale.

La serata inaugurale, lunedì 21 alle 22, inizia con la presentazione del ricco programma del festival alla presenza di Loredana Capone (assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia), Aldo Patruno (dirigente Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e valorizzazione del territorio - Regione Puglia), Antonio Parente (direttore generale Apulia Film Commission), Giuseppe Lovascio (sindaco del comune di Conversano) e Iovane Luigi (direttore artistico di “Imaginaria”). A seguire il primo evento speciale gratuito della manifestazione con la proiezione del film “Belladonna of Sadness”, realizzato nel 1973 dal regista nipponico Eiichi Yamamoto. Il film, adatto solo ad un pubblico di adulti, vedrà un esclusivo accompagnamento live eseguito da un duo d’eccezione: Mirko Signorile e Marco Messina.

Liberamente tratto dal saggio “La Strega” di Jules Michelet (pubblicato originariamente nel 1862), scrittore, storico e insegnante francese, Belladonna of Sadness è un viaggio psichedelico visivo straordinario caratterizzato da cromature dai colori pastello alternate ad altre più accese; la pellicola si presenta nella cosiddetta animazione “limitata” ed è composta quasi interamente da fotogrammi fissi e con chiare derivazioni dalle figure dei tarocchi e dall’arte occidentale, soprattutto ispirata dai dipinti di Gustav Klimt, ma anche dalle opere di Egon Schiele e Odilon Redon, oltre che dallo stile pre-raffaellita e simbolista.

La pellicola, decisamente all’avanguardia per i tempi, all’uscita fu purtroppo un grosso insuccesso commerciale contribuendo alla bancarotta della casa di produzione verso la fine del 1973. Nel 2009 venne distribuito in Europa, Giappone e in alcuni cinema statunitensi selezionati, mentre nel luglio del 2015 la versione restaurata fu mostrata in anteprima al Japan Cuts (Festival of New Japanese Film) di New York, e successivamente al Fantastic Fest di Austin a settembre, prima di essere poi distribuita nei cinema di New York e San Francisco a partire dal 6 maggio 2016.

Del restauro si è occupata la compagnia privata americana Cineliciuos Pics che, grazie all’unica stampa in 35mm sopravvissuta in edizione integrale e appartenente al Cinematek, il Museo del Cinema di Bruxelles (che gentilmente ha acconsentito a fare una scannerizzazione in 4k delle sezioni mancanti dalla copia in loro possesso), è riuscita a recuperare anche la scena finale raffigurante il dipinto “La libertà che guida il popolo”, di Eugène Delacroix, mancante nella versione originale.

“Belladonna of Sadness” non è solo un anime di grande impatto visivo per l’incomparabile bellezza delle immagini combinate a un contenuto estremo, ma colpisce anche e soprattutto per l’incredibile intensità del potente messaggio femminista che esprime e per l’audacia con cui lo fa. Una vera e propria opera d’arte mesmerizzante, da riscoprire e amare, come si merita.

Il festival entrerà nel vivo dal 22 agosto con il ricco programma che prevede la proiezione di 100 opere di animazione fra lungometraggi e cortometraggi quasi tutte inedite o anteprime e selezionate fra oltre le 2mila iscritte al concorso internazionale. Workshop e masterclass, ospiti internazionali, proiezioni speciali, spazio Imaginaria Kids per i bambini, mostre, presentazione di libri di cinema d’animazione ed eventi live fino al 26 agosto quando la lunga maratona festivaliera chiuderà i battenti con la performance per piano solo di un importante autore della scena musicale italiana e internazionale: il compositore, musicista e avvocato penalista Remo Anzovino.

Per “Imaginaria” il pianista Anzovino presentera in esclusiva “Le Immagini Ritrovate”, un progetto “emozionale” fatto di note musicali ed e-visioni di alcune sequenze selezionate dallo stesso Anzovino ed appartenenti ad alcuni capolavori del cinema muto. Imaginaria è un’occasione più unica che rara per il territorio pugliese, un evento di assoluto valore culturale e sociale che continua a crescere e a ottenere ampi consensi sia dal pubblico sia dagli addetti del settore.

Con preghiera di pubblicazione e/o diffusione

Bari, sabato 19 agosto 2017

Per maggiori informazioni:

http://www.imaginariafilmfestival.org/
http://www.facebook.com/imaginariafestival

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
InfoWhatsApp: 3389222118

Programma: http://bit.ly/2wmHKWl

 

locandina2017