7luglioSi chiude domenica 7 luglio con il Gran Galà “SOGNO IN ARTE” l’ottava edizione del Festival Internazionale delle Arti, alle ore 21:00 presso i Giardini del Vescovo del Santuario di S. Maria alla Grottella di Copertino.

Il concerto finale è un vero e proprio “sogno ad occhi aperti”, soprattutto per il vincitore del “Premio Germogli D’Arte 2019”Miriam Cicotti, l’allieva più promettente dell’accademia, che potrà esibirsi in una cornice incantata, un’atmosfera onirica creata dall’Orchestra Sinfonica OLES diretta dal Maestro La Stella, direttore d’orchestra e pianista italiano che dal debutto con il Manon Lescaut all’Opera di Roma ha poi calcato il palco del Teatro Kirov di San Pietroburgo con La Traviata e L’Aida e affiancato Katia Ricciarelli e Placido Domingo in “Fedora”.

Per la prima volta si esibirà anche il Coro Germogli D’Arte, diretto dal Maestro Emanuela di Pietro, e tutti contribuiranno a creare dei veri “quadri d’opera”, con la partecipazione straordinaria del violino del Maestro Gennaro Desiderio. Durante la serata verrà inoltre consegnato il “Premio Internazionale delle Arti” a un’eccellenza italiana, il Maestro Nico Ciricugno (viola). 

Leggi tutto...

FIA EmilianoToso 1280x768L’appuntamento del 26 giugno con “Translational Music” si è tenuto nel chiostro dell’Oasi Tabor di Nardò, in uno spazio a cielo aperto dai posti limitati per fare in modo che il fortunato pubblico presente godesse a pieno di un’esperienza quasi mistica e sicuramente sorprendente.

Coadiuvato dagli interventi del dottor Carlo Angelo Licci, medico omeopata, Emiliano Toso – biologo convertito alla musica – ha trasportato i presenti in un mondo parallelo fatto di emozioni e legami cellulari, un mondo capace di risvegliare ricordi primari e caricare l’aria di energia positiva. Un concerto unico in cui le sue composizioni al pianoforte sono state affiancate da violoncello, egregiamente suonato da Lorena Borsetti.

È la prima volta che in otto edizioni di festival quest’anno si sperimenta l’unione di più realtà e, dopo l’aver stimolato i cinque sensi grazie al concerto di Davide Santacolomba, questa sera si fondono musica e biologia, e si scopre che la musica accordata a 432Hz viene impiegata in maniera terapeutica in ogni ambito della scienza, dallo studio sulle cellule staminali a quello sugli embrioni, da un'applicazione curativa per le piante a quella curativa per lo spirito.

La serata è trascorsa tra esperimenti di condivisione dell’esperienza e di diversi punti di ascolto all’interno dell’ambiente  circostante e nozioni tecniche sull’influenza della musica nelle cellule, il tutto tra le note degli album di Emiliano Toso.

Ogni persona che ascolta la mia musica sembra esattamente sapere come e in che ambito usarla – ci racconta Emiliano – e ogni volta mi stupisco degli effetti che la mia musica sperimentale riesce ad avere nelle varie applicazioni”.

Questa sera c’è stata un’emozione totale, e questa sera ciascuno di noi ha donato un po’ di se stesso agli altri. Io di solito osservo i fenomeni collettivi e questo è stato uno di quelli – spiega la sociologa dott.ssa Flavia Pulli autrice insieme al Maestro Cordella della visione personale della “Teoria degli Elementi” che si trova alla base dell’Accademia dei Germogli D’Arte - Tanti singoli si sono uniti e hanno trasportato un po’ di sapere di sé verso gli altri. Abbiamo scritto una  bella pagina del Festival Internazionale delle Arti oggi: donare qualcosa di se stessi agli altri, dopotutto, è l’obiettivo principale della nostra vita”.

Leggi tutto...

MOTTOLA (TA) – Sacro e devozione, ma anche tanto folklore, tradizione, sport ed enogastronomia e musica. Partiti i festeggiamenti per la festa di San Pietro (28, 29 e 30 giugno), che quest’anno si svolgerà in concomitanza con la Festa del rione San Pietro. Una festa, quest’ultima, nata nel lontano 1979, curata da anni dal gruppo Motl la fnodd, sotto la presidenza di Maria Lattarulo e la direzione artistica di Pietro Palagiano. Ed è partita da quest’ultimo, in occasione del ventennale della festa del rione, l’idea di mettere insieme le due ricorrenze.

Così, ne è nato un comitato, che ha unito forze, idee e progettualità, “in uno spirito di piena comunione”, come ama dire don Graziano Marangi. A formarlo, oltre allo stesso Palagiano e a don Graziano quale presidente onorario, ci sono Vito Coletta, Mimmo De Pace, Angelo Ettorre, Giuseppe Greco, Angelo Mirizzi, Ernesto Nigro, Angelo Notaristefano, Cosimo Pelillo, Ciro Vacca e Damiano Zocco.

Tutte le iniziative sono state presentate l’altra sera, nella parrocchia di San Pietro. Presenti anche il sindaco Giampiero Barulli e il consigliere comunale Gianfranco Recchia, visto che la festa apre il cartellone estivo programmato dall’Amministrazione Comunale. Concordi Palagiano, Ettorre e De Pace nel dire che questa “non sarà una festa di rione, ma di paese in quanto prevede tutta una serie di iniziative che hanno portato al coinvolgimento di diverse associazioni e attori del territorio”.

 

L’occasione è servita per proiettare un video, che racconta i vent’anni di storia della Festa del rione, con i saluti di coloro che nel tempo hanno dato il loro contributo alla sua realizzazione. Spezzoni dedicati anche alla storia della parrocchia a cura dello storico locale Mimmo Rotolo.

“Correre è Salute”, presieduta da Marisa Ciquera, nella giornata del 28 giugno, si è resa artefice della prima passeggiata interparrocchiale: circa 5 chilometri, lungo il perimetro del paese, per un percorso aperto a tutti, adulti e bambini, corridori e non.

Il 29, dalle 21,15, serata musicale con il “Centro Studi Danza Royal Ballet” di Dalila Bochicchio e, a seguire, “Tammurriata Nera”, una cover di Grottaminarda (Avellino), che proporrà brani di Massimo Ranieri, Renzo Arbore, Renato Carosone e Teresa De Sio.

Il 30, alle 18 si svolgerà la 2^ edizione della Cavalcata Mottolese. In circa una trentina, tra cavalli e calessi, da Lama Di Rosa (in zona Boara) raggiungeranno il Chianchiarello dove alle 18 sarà celebrata una messa, per poi arrivare a Mottola e sfilare nei pressi del sagrato della parrocchia di San Pietro.

Dalle 21, al via una serata dedicata alla tradizione e al folklore, tra musica, danze popolari e stand enogastronomici. Prima l’esibizione della “Scuola C.A.Bal” di Domenica Carucci; poi, dopo il saluto delle autorità, sarà la volta del gruppo folk “La Murgia – Don Vito Palattella” di Noci e del gruppo folk “Motl la Fnodd”, che proporrà una rassegna di canti popolari tradizionali, frutto di un'attenta e appassionata ricerca storica.

La serata si chiuderà con l’estrazione dei premi della lotteria e uno spettacolo pirotecnico.

Altri articoli...