L’Assessore al Lavoro, Michele Losappio, incontrerà presso la stabilimento di Modugno i dipendenti AGILE-EUTELIA giovedì 12 alle ore 9.30.  Nell’occasione verrà illustrata la nota con cui l’Assessorato allo Sviluppo Economico, lo scorso 6 novembre ha avviato le procedure di revoca del contratto di programma fra Regione e Società.  Il contratto, stipulato nel dicembre 2006, prevede un finanziamento della Regione per circa 3 mln di euro finalizzato alla creazione di un centro per l’erogazione di servizi di sicurezza informatica e prevede il suo automatico scioglimento in caso di trasferimento delle azioni ad altra società, di modificazione degli assetti societari, della vanificazione dell’obbligo del mantenimento dei livelli occupazionali a 110 unità.

{affiliatetextads 1,,_plugin}Quest’ultima condizione è stata platealmente violata con le procedure di mobilità per 99 lavoratori a dimostrazione di uno scarso interesse di Omega al mantenimento del piano industriale di rilancio della sede di Modugno. La Società ha adesso 10 giorni di tempo per le sue controdeduzioni.  L’avvio delle procedure di revoca che coinvolgono anche la fideiussione bancaria che garantisce il finanziamento della Regione è dunque stata necessitata dal disimpegno e dal disinteresse verso la Puglia, la sede di Modugno e i dipendenti, questi ultimi privati dello stipendio da luglio e poi di fatto licenziati.  E’ impensabile che tutto questo possa accadere mentre la Regione mantiene il suo impegno finanziario previsto nel contratto.

Da qui l’atto formale della Regione.