16
Sab, Dic

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Adagiata sul promontorio del Gargano, Vieste è una rinomata località balneare pugliese che accoglie, durante il periodo estivo, un esteso bacino di turisti. Comune della provincia di Foggia e appartenente al Parco Nazionale del Gargano e alla Comunità Montana del Gargano, Vieste è definibile “La perla del Gargano”, non soltanto per la sua incalcolabile bellezza territoriale, ma anche per il turismo affermatosi negli anni, per le qualità paesaggistiche e per i capolavori che la natura ha, pian piano, regalato a questo angolo del Gargano.

A caratterizzare fortemente il territorio viestano sono gli strati calcarei, erosi dall’azione marina, che danno vita ad un incantevole scenario montuoso ancorato a quello marino. La particolarità del Gargano, infatti, è proprio la presenza delle rocce calcaree sulla costa, che determinano il Golfo, nel quale si adagiano le più incantevoli litoranee fatte di lidi e baie dal panorama incantevole. Ad arricchire lo scenario carsico è la presenza della macchia mediterranea che, dal sorgere della primavera al tramontare dell’estate, inonda di colori la vista mare.

Dominata da Bizantini, Longobardi e Normanni, Vieste è tra le città più antiche della Daunia: fu una colonia greca e, in seguito, municipio romano. Fatto di storia e tradizioni, prelibatezze e piatti tipici, il territorio viestano da il benvenuto ai suoi turisti con un affollato lungomare, meglio conosciuto come Lungomare di Pizzomunno, dove sono situate molteplici stazioni balneari, campeggi turistici e alberghi. Alla fine dello stesso si giunge ai piedi del Pizzomunno, il simbolo del paese; si tratta di un noto monolite dall’altezza di 25 metri che tanto affascina la vista dei turisti. Da secoli, Pizzomunno è noto per le leggende ad esso connesse, per la sua posizione strategica, in riva al mare, quasi come fosse un arredo di quel panorama marino: è, infatti, localizzato a sud della punta di San Francesco, ove si estende la lunga spiaggia sabbiosa chiamata appunto del Pizzomunno, dal nome del monolite.

A caratterizzare la litoranea di Vieste sono i trabucchi, antiche costruzioni peschiere, prima strumenti della principale risorsa economica del paese, la pesca, ora preziosissimi arredi del paese tanto graditi ai turisti. Il lungomare di Pizzomunno è la meta preferita dei turisti senza dimenticare, però, le incantevoli baie e lidi che costeggiano il paese: Lido Portonuovo, lungo arenile affollato di bagnanti nei mesi caldi dell’anno; Cala di San Felice, dominata da un arco di roccia naturale, ideale per chi ama lo snorkeling; Baia di Pugnochiuso, rinomato per lo scenario incastonato tra le scogliere; Baia di Vignanotica, una incantevole spiaggia di ciottoli raggiungibile attraverso un sentiero costeggiato da pini d’Aleppo e macchia mediterranea.

Il Pizzomunno segna la fine del lungomare di Vieste ed apre le porte del centro urbano. Fatto di stradine e vicoli, il centro storico del paese garganico è alla sera particolarmente affollato. Centro nevralgico della movida garganica, il centro storico del paese è un contenitore della storia dello stesso; i luoghi di maggiore interesse, infatti, si diramano tra la Basilica Cattedrale romanica, posta nella parte più alta del paese, il Castello con vista mare.

Non solo mare e bellezze naturali, non solo luci notturne e movida garganica, Vieste è anche la culla dei piatti tipici del Gargano: è quasi impossibile, infatti, resistere alla tentazione della gastronomia di questo posto ed è quasi d’obbligo degustare le specialità del paese, che tentano i turisti con delicati profumi della genuina tavola garganica.

Elevato è il numero di turisti che ogni anno prendono appuntamento col Gargano, apprezzando, di volta in volta, i sapori di questa splendida località pugliese.