Si è tenuta domenica 26 gennaio, presso Icaro Space a Lecce, la cerimonia di premiazione di Puglia quante storie, concorso letterario indetto dalla casa editrice I Libri di Icaro di Lecce.

La serata si è aperta con il lancio ufficiale della quarta edizione della competizione che ha già ottenuto il patrocinio di Provincia di Taranto, Provincia e Comune di Foggia, Comune di Lecce, Provincia e Comune di Brindisi. Sono stati dunque svelati tutti i dettagli per partecipare al concorso rivolto agli amanti della scrittura a cui viene chiesto di ideare e scrivere un racconto breve, a tema libero, con l’unico obbligo di ambientarlo nel territorio pugliese.

Nella seconda parte della serata sono stati premiati i dieci autori selezionati, per “Puglia quante storie 3”, dalla giuria tecnica formata da esperti del settore letterario tra cui Fiorella Mastria, docente di lingue e culture straniere e presidente dell’associazione culturale InventiamoEventi, e Beppe Longo, giornalista e scrittore, i quali, hanno sottolineato con un loro intervento, la validità dell’iniziativa e hanno consegnato il diploma di merito ai partecipanti scelti. I vincitori che compongono la decade di Puglia quante storie 3 sono: Federica Capozzo di Casamassima (BA) con “Radici nere”, Marco Sebastio di Taranto con “Il cantastorie di Otranto”, Letizia Rita Stefanelli di Neviano (LE) con “Vacanze al mare”, Giulia Reale di Novoli (LE) con “L’elisir della gioia”, Annalaura Littero di San Severo (FG) con “La terra dei non ricordi”, Silvia De Lorenzis di Galatina (LE) con “Il rumore del silenzio”, Maria Colagrossi di Lucera (FG) con “Incontrando silenzio”, Antonella Tamiano di Campi Salentina (LE) con “Anima blu”, Antonella Racano di Foggia con “Fotogrammi” ed Elisa Pastore di Nardò (LE) con “Santu Paulu”.

L’evento si è chiuso con la premiazione, da parte dell’editore Giorgia Meo, del vincitore assoluto, il cui racconto è risultato il più votato dai lettori, di Puglia quante storie 2. A guadagnarsi il primo posto, Alba Mazzarella di Manduria (TA) con “Giorno dopo giorno tra la terra e il cielo”, che si aggiudicata una targa, un premio in denaro e il gioiello esclusivo firmato da futuro Remoto Gioielli di Gianni de Benedittis.

Secondo posto, invece, per Antonio Galati di San Cassiano di Lecce (LE) con “L’Apulia” e terzo per Silvia De Lorenzis di Galatina (LE) con “Ritorno alle origini”.

Schiena Cucita Simone Perrone copertinaSchiena Cucita è il nuovo romanzo di Simone Perrone (aka Blumosso), in uscita per Kimerik edizioni domani 28 gennaio, che porta alla luce il lato oscuro dei rapporti, mette in risalto la malvagità di cui è capace l'essere umano quando la sua visione del mondo si distorce a causa di un trauma.  Schiena Cucita pone l’accento sul peso della rinuncia, sul tradimento, sugli effetti che, talvolta, l’idealizzare una persona desiderata portano ad agire sul modo di pensare e di vivere la propria vita; sui rischi che si corrono dando fiducia alle persone sbagliate.  

 

Lunedì 10 febbraio è prevista la prima presentazione ufficiale del libro presso la Feltrinelli Libri e Musica di Lecce.

 

Schiena cucita è acquistabile nelle librerie e al seguente link:https://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=3679

 

In Schiena cucita il sentimento e la follia sono spesso molto vicini e il confine è talvolta così labile da non riuscire a contenerne i margini. Succede quindi che le emozioni si mischiano, si confondono senza più essere riconoscibili.

La storia si sviluppa secondo due piani di narrazione: quello del protagonista,Carlo Barrassi (che ritroviamo qui dopo averlo conosciuto nel primo romanzo dell’autore Spremuta d’arancia a mezzogiorno– Lupo editore) che racconta gli eventi secondo il suo punto di vista, e quello del narratore onnisciente che narra i fatti per quelli che realmente sono.

Un romanzo accattivante che svela al lettore le sue intenzioni sapientemente, rendendolo spettatore senza poter restare indifferente.

 

"Quando stai per morire, la prima reazione è lottare contro le perdite, provare a opporsi pur subendole, fino a che non impari a lasciarti andare"

 

Simone Perrone è il nome di battesimo del cantautore Blumosso.

Laureato in Lingue e Letterature Euro Mediterranee presso l’Unisalento, è conosciuto al pubblico soprattutto per la sua attività musicale e per il disco In un baule di personalità multiple, pubblicato nel 2018.

Debutta come romanziere nel 2015 con il libro Spremuta d’arancia a mezzogiorno (Lupo editore). Schiena cucita è il suo secondo romanzo.

 

Simone Perrone (Blumosso)

https://www.facebook.com/SimonePerroneOfficialPage/

https://www.instagram.com/blumosso/

foto2“Dead Brother” è il nuovo singolo e video della band di Los Angeles Love Ghot. Dead Brother è una canzone oscura, inquietante e suggestiva e il video di questa canzone offre elementi visivi horror, un video prodotto da Danny Sabre (Marilyn Manson, Black Sabbath. Colonna sonora di Blade, ecc.), diretto dall’attore Jeff Daniel Philips che ha recitato in tanti film di Rob e girato dall’operatore di telecamera di Rob Zombie Hassan Abdul-Wahid. 

Ispirata da un sogno in cui ho ucciso mio fratello, questa è una metafora per aver ucciso una parte di me stesso”, secondo le parole del cantante Finnegan Bell.

Link al video: https://www.youtube.com/watch?v=j_QFrCiofLI

Read more ...

More Articles ...