Contare su di un garante che tuteli la trattativa quando si compra casa. Riuscire ad individuare gli abusivi, essere informati sulle nuove normative in materia, saper cogliere le opportunità e i vantaggi fiscali per evitare di spendere cifre inutili. Una serie di argomenti di stretta attualità al centro della tappa pugliese del tour informativo nazionale della FiAiP – Federazione italiana Agenti immobiliari Professionali che riunirà esperti del settore, istituzioni, operatori e consumatori.

Da venditore a consulente famigliare, per un ruolo che aumenta la sua rilevanza sociale. Professionisti da tutta Italia si danno appuntamento al convegno “Riforma della professione dell’agente immobiliare – un nuovo modello di agenzia immobiliare” che si terrà martedì 19 novembre dalle ore 15:00 alle 19:30 nell’hotel Parco dei Principi in via Vito Vasile, 6 a Bari.

A pochi giorni dal suo intervento in Senato, il presidente nazionale di FiAiP Gian Battista Baccarini accoglierà il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore regionale al turismo Loredana Capone. Ad introdurre i lavori Agata Contursi, presidente FiAiP Puglia.

Dagli appartamenti, ai locali per i negozi, alle strutture turistiche, i riflessi delle normative europee hanno allargato le funzioni dell’agente immobiliare. Oggi non è solo un venditore, ma una figura che tutela tutta la trattativa, fornisce consulenza fiscale, informa e suggerisce la strada migliore da percorrere alle parti coinvolte, certifica la bontà di tutto il procedimento. E soprattutto garantisce la regolarità delle molteplici procedure necessarie all’acquisto o alla vendita di un immobile.

«Da tarantina non posso non intervenire sul momento che sta vivendo la città, anche in merito al deprezzamento degli immobili di alcuni quartieri – commenta il presidente regionale FiAiP Agata Contursi – e la figura professionale dell’agente può seguire venditore e acquirente nella maniera giusta, informare su tutti gli adempimenti da osservare e valutare insieme la giusta mediazione».

Con i rappresentanti della Regione Puglia sarà occasione per puntare l’attenzione sull’immenso patrimonio immobiliare turistico presente sul territorio. E anche in questo caso si parlerà di legalità nelle procedure di vendita di casa e appartamenti sempre più richiesti da visitatori e turisti. Durante il convegno sarà inoltre disponibile un vero e proprio corner informativo per acquisire indicazioni utili, suggerimenti, rivolto a tutti i partecipanti e a tutti gli agenti immobiliari che volessero approfondire le tematiche trattate.

L’evento è organizzato dalla FiAiP con il sostegno di Auxilia Finance e MLS Fiaip. Patrocinio Regione Puglia

La gente di Puglia, quella che- con il suo ingegno, la competenza e la professionalità- porta la sua terra in tutto il mondo. Tutto pronto per la decima edizione del “Premio Internazionale Pugliesi nel mondo”, in programma il prossimo 30 novembre al teatro Fusco. Un evento itinerante che, quest’anno, farà tappa a Taranto, in un momento particolarmente delicato per la città, in cui emerge con forza la volontà di riscatto. Ecco allora la manifestazione, pronta a raccontare il bello, grazie a quelle personalità che hanno superato i confini territoriali e si sono affermate un po’ ovunque. È il caso di Arturo Luzzi: tarantino, ambasciatore d’Italia ad Addis Abeba, ha iniziato la sua carriera diplomatica nel 1987. O Giovanni Maggi che, da Altamura in provincia di Bari, è ora professore di Economia e Affari Internazionali alla prestigiosa Università statunitense di Yale. Ma la particolarità del premio è mettere insieme talenti provenienti da ambiti disparati. Accade con Danilo Audiello, in arte Alexis Arts, illusionista foggiano, con 7 Guinness World Records, come il primato per la velocità di liberazione da manette e da una camicia di forza. O di Daniela Pedali, cantante di San Donaci (Brindisi), che vive in Messico e vanta concerti in tutto il mondo, inclusa l’esibizione per il Papa.         

Queste le prime anticipazioni dei tantissimi premiati che saranno nel capoluogo ionico per l’occasione, su iniziativa dell’associazione internazionale “Pugliesi nel Mondo” in collaborazione con il Comune di Taranto e con il patrocinio di numerose istituzioni straniere e italiane, tra cui Ministero degli Esteri e Regione Puglia. A selezionare la rosa di nomi, una commissione esaminatrice con al suo interno rappresentanti di istituzioni e associazioni di categoria e livello regionale.

«Questo premio- spiegano i promotori- nasce con l’intento di riconoscere e valorizzare le diverse professionalità, in vari settori. Uomini e donne che, con il loro operato, hanno dato prestigio alla Puglia, all’Italia e agli altri Paesi. Siamo particolarmente felici di tagliare il traguardo della decima edizione proprio a Taranto e ringraziamo l’amministrazione comunale per la disponibilità».

SUSCO inst

Dal 21 novembre nei negozi di dischi e sulle piattaforme digitali
© Workin' Label / I.R.D. distribution
 

Il 21 novembre esce ufficialmente “Susco”, il nuovo album del chitarrista e compositore Marcello Zappatore. Prodotto dall’etichetta Workin' Label, per la distribuzione di I.R.D., l’album contiene dodici brani originali da lui composti e arrangiati.            
Dopo “La ciliegina sulla porta” (2009) e “Propolino” (2015), “Susco” è il suo terzo disco solista, il quarto a voler includere anche la sua colonna sonora del film “W Zappatore” (vincitore del Brooklyn Film Festival, a New York), di cui è stato anche attore protagonista.

“Susco” (italianizzazione di susc, termine dialettale ostunese che vuol dire diffidente) è un piccolo pesce arancione che vive in un mondo di verdi scacchi, popolato da creature dal nome di cinque lettere, fra cui il cane “Poldo”, il bimbo “Opimo” e la “Volpe a stella”. Si tratta di un lavoro di musica totalmente strumentale, che rifugge qualsiasi forma di elettronica e artificio per favorire un approccio molto più diretto e più tradizionale che valorizzi - tramite la scrittura, il contrappunto e gli spazi lasciati all'improvvisazione - un organico di eccelsi musicisti salentini, alle prese con una fusione di svariate atmosfere musicali. Rock, progressive e musica classica si mescolano fra le tracce, con la chitarra di Marcello che si muove, in mezzo agli strumenti, in modo armonico e pulito, lasciando spazio alle varie personalità degli artisti e prendendo, dove è opportuno, le redini di ritmo e melodia, grazie alle sue eccellenti doti stilistiche e tecniche (tra l’altro, è endorser di diversi marchi musicali). Un approccio in alcuni casi operistico, con le leve della sperimentazione che tessono la trama del disco, arrivando ad abbracciare art rock e fusion in un crescendo di tensione espressiva.           
L’uscita del disco è accompagnata da tre videoclip. Il primo, “Noce di coccole”, online dal novembre (http://bit.ly/nocedicoccole), è un cortometraggio di Giovanni De Santis e Marcello Zappatore che mostra, su un palcoscenico, l’intero ensemble che ha suonato nel disco, con un gufo violinista e un musicista ritardatario che sconvolgerà i piani delle prove. Il secondo, “Poldo”, disponibile dal 21 novembre, contestualmente all’uscita del disco, è un video di animazione realizzato da FD-Light-Project che ha come protagonisti un bimbo e il suo cane (Poldo, appunto) alle prese con incredibili e fantasiose avventure, tra porte dimensionali e creature fuori dal comune. Il terzo, “Opimo”, in uscita a dicembre, è ambientato nel Club 2001 di Sava; i musicisti sono avvolti da un gruppo di ballerine, appese a degli elastici da bungee jumping, mentre si esibiscono in una particolare coreografia. Il video è stato girato da Davide Restino e montato da Marcello Zappatore.

Presentazione ufficiale domenica 24 novembre, al Teatro Comunale di Novoli, con la formazione completa, insieme a Ovidio Venturoso e Dario Congedo (batteria), Emanuele Coluccia (sax), Fabio Zurlo (fisarmonica), Gianpaolo Saracino (violino), Claudia Fiore (violoncello), Gianluca Milanese (flauti) e Andrea Esperti (basso).

 

Tutte le composizioni sono di Marcello Zappatore.
Hanno suonato:
Marcello Zappatore (chitarre, basso e tastiere)
Ovidio Venturoso (batteria)
Luca Alemanno (basso)
Dario Congedo (batteria)
Emanuele Coluccia (sax)
Fabio Zurlo (fisarmonica)
Gianpaolo Saracino (violino)
Claudia Fiore (violoncello)
Gianluca Milanese (flauti)


 

89223D5F 9C7D 4028 8AF9 C35B48505964"Let It All Burn" è il nuovo brano della band americana Love Ghost ed é stato prodotto da Danny Sabre (Rolling Stones, U2, Marilyn Manson, David Bowie). Il video di "Let It All Burn" è stato girato in una fonderia di ferro funzionante a South Gate, in California. Le temperature del ferro fuso hanno superato i 2500 gradi.

Il video musicale è stato diretto da Dean Karr. Karr ha diretto "Sweet Dreams" di Marilyn Manson. Il video risultante ha attirato un'immediata e vasta attenzione commerciale e ha spinto sia Manson che Karr in prima linea nel mondo del visual rock. A Karr fu immediatamente richiesto di lavorare con altri grandi artisti. I suoi rivoluzionari video musicali sono stati visti da milioni di persone, inizialmente su MTV e poi virali sul web. Tra gli artisti con cui ha lavorato ci sono: Evanescence, Lisa Marie Presley, The Dave Matthews Band, X-Japan, Stevie Nicks, Willie Nelson, Velvet Revolver, Damian Marley, Ozzy Osbourne, Cypress Hill, Tommy Lee, Everlast, Dr. Dre , Queens of the Stone Age, Godsmack e Iron Maiden. Hanno ricevuto importanti premi MTV, Billboard e MVPA. Karr ha vinto come "Video dell'anno" e "Miglior video rock" ai recenti MUCH Music Awards. http://www.deankarr.com/music-videos

Link al video di "Let It All Burn": https://www.youtube.com/watch?v=ZugeUnAKvps

Read more ...

More Articles ...