17
Mar, Ott

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
La parte centro-orientale del Gargano è occupata dalla Riserva Naturale della Foresta Umbra, un’area protetta di grande interesse sia a livello di flora che di fauna. Il nome di Umbra deve la sua origine forse ad una popolazione umbra che risiedeva nella zona oppure più probabilmente al latino il cui significato è cupa-ombrosa come le tante zone d’ombra che si possono vivere all’interno della foresta. La totalità del territorio della Foresta Umbra è stato suddiviso in quattro zone: la zona D è quella ambientalmente meno importante in quanto si tratta delle zone dei paesi che fanno parte della foresta e che si percorre in auto; dalla zona C inizia il divieto al traffico per i veicoli a motore ma ci si può circolare liberamente a piedi o con biciclette; la zona B è la vera Foresta Umbra dove ad esempio è severamente vietato alzare al voce; infine c’è la zona A recintata in cui vivono la maggior parte degli animali.

{affiliatetextads 1,,_plugin}A livello di Flora si trovano alberi quali cerri, faggi, querce, aceri, tigli, carpini. Gli alberi sono per la maggior parte secolari con altezze e circonferenze di rilievo. Negli ultimi decenni sono stati effettuate operazioni di rimboschimento con pini neri, abeti, castagni. Nel sottobosco sono presenti varie specie di flora erbacea: orchidee, anemoni, viole, ciclamini. A livello di Fauna, la Foresta Umbra ospita varie specie di animali alcune comuni altre rare, tra cui gatti selvatici, daini, donnole, cinghiali, caprioli. Si trovano anche molte specie di volatili.

La zona da poter esplorare è suddivisa in 14 percorsi, alcuni da percorrere a piedi altri da poter effettuare in bici (che si possono noleggiare anche in loco).

Come visitare l’area: La riserva è raggiungibile, in auto, dall’autostrada A14 Adriatica, uscendo al casello di Poggio Imperiale – Lesina, e percorrendo la strada a scorrimento veloce de Gargano in direzione Vico del Gargano, fino al termine della stessa, si seguono poi le indicazioni per Foresta Umbra – Monte Sant’Angelo. La Riserva dista circa 13 chilometri.

Servizi per i visitatori: sono in funzione il Centro Visitatori delle riserve naturali statali del Gargano (diorama del Gargano, tabelloni espositivi, reperti litici, xiloteca, ricostruzione di una stazione di carbonai, arboreo didattico), l’Ufficio informazione, sentieri pedonali, aree di sosta e da pic-nic attrezzate. Il museo è aperto dalla Domenica delle Palme fino al 30 settembre dalle ore 9.00 alle 18.00, si può prenotare nel restante periodo (telefono 0884/88055).

Links: http://www.parcogargano.it